Patch_Adams_at_Sarvodaya

adams medico sorriso clown università italiane

Hunter Adams e la terapia del sorriso, dopo aver esportato nel mondo il suo messaggio vestito da clown, arrivano anche in Italia.

Calorosa l’accoglienza degli studenti dell’Università Roma Tre, nella sede della Facoltà di Lettere e Filosofia, e lo sarà sicuramente anche alla Facoltà di Psicologia dell’Università dell’Aquila dove il medico del sorriso è atteso domani nel pomeriggio.

Si è svolta oggi a Roma la prima di una serie di lezioni che il dottor Hunter Adams, reso celebre in tutto il mondo dall’interpretazione di Robin Williams in “Patch Adams“, terrà nelle università italiane, per insegnare agli studenti cosa voglia dire curare col sorriso e prendersi cura del paziente, una attività che il medico svolge da 40 anni, per dire: “Il vero scopo di questa professione non è curare le malattie. Ma prendersi cura del malato”.

Per Adams infatti vestirsi da clown è un modo per dimostrare empatia ai pazienti, quell’amore che “deve essere l’obiettivo principale dei medici”. Il suo progetto pilota, che dura da 12 anni, gli ha permesso di costruire una rete internazionale di solidarietà che supera i confini di 65 paesi fino a giungere anche l’Italia.

Questo tour di lezioni a Roma Tre in occasione del Master di primo livello in “Comicoterapia per la formazione del clown dottore: metodi e tecniche d’intervento in contesti sanitari e socio-educativi”, non è l’unica attività che Adams porterà in Italia, è attivo infatti anche con un progetto a Firenze che mira a formare Clown Ospedalieri professionisti, sia sul modello operativo della Clown Care Unit del Big Apple Circus di New York, sia su quello applicato dal 2005 dalla Regione Toscana.

A Firenze sono già stati formati 90 clown ospedalieri e il progetto continuerà grazie al bando del ministero per le Pari Opportunità, vinto dalla Onlus “Soccorso Clown”, in partnership con l’ospedale pediatrico Meyer, che vedrà la città diventare il punto di riferimento italiano per la formazione nella clown terapia.