classifica sir 2012 politecnico di bari

La qualità dei risultati scientifici conseguiti dal Politecnico di Bari è stata quest’anno di gran lunga superiore a quella degli altri atenei statali. E non è tutto: le ricerche dell’università pugliese sono al primo posto in Italia anche per l’influenza che ciascuna di esse ha esercitato nel proprio specifico ambito. Ѐ quanto rivelato dalla classifica più completa degli istituti di ricerca nel mondo, la Scimago institutions rankings (Sir) 2012, curata da una società spagnola specializzata nel settore. Positivi anche i risultati ottenuti da altri atenei pugliesi.

La classifica Sir per emettere i propri responsi prende in considerazione sette parametri: il numero di articoli pubblicati sulle riviste internazionali, le eventuali collaborazioni con le altre università del mondo, la relazione tra l’impatto scientifico delle proprie pubblicazioni e la media mondiale (il cosiddetto “impatto normalizzato”) e le pubblicazioni di alta qualità. Alla lista si aggiungono, inoltre, l’indice di specializzazione di ogni lavoro, il tasso di eccellenza – ovvero la percentuale di pubblicazioni che rientra nel 10 per cento di quelle più citate al mondo in un particolare campo di ricerca – e la leadership, che considera le pubblicazioni in cui l’autore principale è membro stesso dell’università o del centro di ricerca da cui sono elaborate.

In particolare, il Politecnico di Bari si è piazzato primo tra tutti gli atenei statali in Italia per quanto riguarda il tasso di eccellenza e l’impatto normalizzato. Il valore di quest’ultimo ha perfino subito un incremento rispetto al 2011, passando da 1,55 a 1,70. Ciò significa che i risultati scientifici conseguiti quest’anno dall’università barese hanno superato del 70 per cento la media mondiale nelle rispettive discipline. Anche se si sono piazzati in posizioni più elevate nella classifica generale, sia il Politecnico di Torino sia quello di Milano hanno raggiunto un indice d’impatto normalizzato inferiore, fermandosi a 1,30. Per quanto riguarda i valori generali, invece, il Politecnico di Bari ha raggiunto la 1390esima posizione mondiale, ottendendo il 489esimo posto in Europa e il 55esimo in Italia.

Nella classifica Sir 2012, oltre che dal Politecnico di Bari, sono stati riportati buoni risultati anche da altri atenei pugliesi. Per quanto riguarda il numero di pubblicazioni, ad esempio, il primo posto in Italia va all’Università “Aldo Moro”, con 7.884 lavori riconosciuti, mentre al secondo posto si trova l’Università del Salento con le sue 3.062 pubblicazioni.