chiusura lavori senato ddl riforma università

chiusura lavori senato ddl riforma università

Il ddl sulla riforma dell’Università è atteso in Senato giovedì 22 luglio per essere incardinato. La chiusura dei lavori è stata decisa definitivamente dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Scade quindi anche il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti, ed entro la prima settimana di agosto dovrebbe concludersi l’iter con i lavori della Camera alta. Ma non tutti sono d’accordo sul fatto che due settimane siano sufficienti per chiudere il sipario su una riforma così importante.

A parlare chiaro sono gli esponenti dell’Italia dei Valori che hanno sottolineato la complessità di una riforma che inciderà fortemente sul futuro dei giovani italiani. Un provvedimento così delicato e complesso, insomma, che richiederebbe necessari “approfondimenti” ha detto il capogruppo dell’Idv, Felice Belisario, che ha aggiunto anche: “si tratta di una riforma che ha sollevato le perplessità di diverse parti non solo politiche, di cui vogliamo tenere conto”.

Ma il ministro Gelmini è stata irremovibile sulle scadenze, e ha annunciato che il ddl di riforma dell’università diventerà legge entro ottobre. Intanto, nonostante si avvicini la pausa estiva, negli atenei italiani continua forte la mobilitazione da Nord a Sud di ricercatori, docenti e studenti che questa riforma così com’è non la vogliono perché, continuano a dire da mesi, taglia risorse all’università pubblica e non riconosce abbastanza valore alla ricerca universitaria.