università pisa punto salute

università pisa punto salute

In un contesto di ristrettezza economica, gli atenei si trovano ad affrontare un’altra sfida, quella di adattarsi a un modello sempre più ‘made in Usa’ per il reperimento dei fondi, con la capacità di attrarre finanziamenti esterni o dal mondo privato. L’ateneo di Pisa che in questi giorni ha inaugurato importanti servizi innovativi per gli studenti, ad esempio ha appena annunciato dell’istituzione di un Centro Salute per gli studenti.

Le novità introdotte riguardano per ora solo la facoltà di economia, che da oggi renderà disponibile agli studenti e al personale una libreria “UniversoLibro”, che fornirà materiali didattici, libri a un prezzo vantaggioso con importanti sconti, un centro stampa per la produzione e la riproduzione di materiale didattico, anch’esso in linea con la politica del “basso costo” rispetto ai prezzi che vengono praticati in strutture esterne all’ateneo.

Il servizio più importante, e non affatto diffuso, riguarda invece il “punto salute” un centro che, oltre ad offrire un servizio di couseling psicologico, svolgerà prestazioni di tipo medico-consultoriale e socio-sanitario, grazie al supporto di  un medico generico e di uno psicologo. Il progetto, realizzato con l’ASL di Pisa, fornirà inoltre medicinali da banco agli studenti, agevolando la vita in ateneo soprattutto agli studenti fuori-sede.

La volontà dell’ateneo di attrarre finanziamenti privati per fornire servizi competitivi ai propri iscritti non si esaurisce con “punto-salute”, prevede infatti di far partire a breve altri servizi come lo sportello per le pari opportunità.