cattive abitudini studenti universitari mettono a rischio salute

Molti studenti universitari rischiano un futuro pericoloso, soprattutto per quanto riguarda la loro salute, per via delle cattive abitudini cui troppo spesso si lasciano andare: cibo non sano, fumo, alcol e stili di vita piuttosto sregolati. Una condizione che accomuna un po’ tutti coloro che sono sottoposti a ritmi per nulla regolari a causa della vita frenetica che conducono, ma che è accentuata negli universitari, specie in quelli americani. È quanto emerso da uno studio realizzato da alcuni ricercatori delle università Northwestern e Northeastern Illinois.

Le cattive abitudini degli studenti universitari possono nuocere alla loro salute, mettendoli a rischio in primis di ammalarsi di tumore in età adulta. Lo studio ha preso in esame i dati di ben trentamila universitari americani, osservando che la maggioranza di loro accusa problemi di sovrappeso. Probabilmente ciò è dovuto al fatto che il 95 per cento degli esaminati ha rivelato di non mangiare quantità sufficienti di frutta e verdura, mentre il 60 per cento non fa abbastanza attività fisica. Dallo studio sono emersi altri due vizi assai diffusi, oltretutto strettamente connessi fra loro: alcol e fumo.

Altro dato interessante rilevato dai ricercatori che hanno condotto lo studio – pubblicato sul Journal of Preventive Medicine - è la correlazione che ci sarebbe tra le cattive abitudini seguite e l’etnia d’appartenenza: gli studenti universitari bianchi, infatti, sarebbero più propensi all’uso di alcol, mentre gli asiatici sarebbero quelli meno tendenti allo sport e, quindi, più sedentari. Gli afroamericani, invece, sembrano consumare meno frutta e verdura di tutti.

Avere cattive abitudini non va solo a minare la salute, ma finisce per ripercuotersi anche sul rendimento universitario. Ciò vale tanto per gli studenti americani, quanto per quelli di tutto il resto del mondo. Il consiglio è, allora, di seguire lo stile di vita suggerito da un’altra ricerca statunitense - frutto della collaborazione tra l’Università dell’Alabama di Tuscaloosa e l’Università della Florida di Gainesville – la quale aveva rivelato che seguire una sana routine quotidiana, fatta di abitudini e orari regolari, equivale ad addormentarsi più facilmente e assicurarsi un buon riposo con tutti i benefici ad esso legati. Anche per quanto riguarda lo studio.