Donne in azienda

Indagini recenti dimostrano che le donne superano i loro colleghi maschi per competenze e qualità dell’apprendimento durante il percorso universitario. Ora anche le aziende se ne rendono conto e decidono sempre più spesso di investire sulle risorse al femminile.

Tra queste c’è il gigante degli elettrodomestici ed elettroutensili Bosch, che ha dato il via con la seconda edizione del progetto women@bosch. Il progetto della multinazionale è rivolto alle studentesse universitarie prossime alla laurea in ingegneria. L’opportunità per trenta laureande è quella di confrontarsi con professioniste e donne manager del gruppo tedesco in Italia, vivendo l’azienda per un’intera giornata.

Le candidature dovranno essere inviate tramite il sito www.bosch-career.it dal 15 febbraio al 1 giugno 2011. Le studentesse selezionate saranno invitate il 23 giugno presso la sede di Milano. Il progetto offre alle future dottoresse in ingegneria l’opportunità di confrontarsi con il mondo del lavoro, ascoltando le testimonianze delle donne manager, le loro esperienze e i suggerimenti nella gestione dell’equilibrio tra lavoro, vita privata e impegni familiari. Giovani studentesse e professioniste saranno chiamate a condividere esperienze, aspettative, problematiche relative alla vita in azienda attraverso un reciproco scambio.

Il programma è stato sviluppato in collaborazione con Gabriele Lizzani, docente di marketing ed employer branding presso l’Università La Sapienza di Roma, insieme ad un gruppo di studentesse della facoltà di psicologia dello stesso Ateneo. Nei prossimi mesi, attraverso presentazioni e incontri in aula nelle principali facoltà di ingegneria di Milano, Torino, Udine, Modena, Roma, L’Aquila e Bari, le studentesse potranno ricevere ulteriori informazioni relative al progetto, conoscere l’azienda e i ruoli che un ingegnere può ricoprire all’interno di Bosch.

Per alcune delle studentesse che hanno preso parte alla scorsa edizione, l’esperienza è stata un trampolino di lancio: sono state infatti selezionate per intraprendere un periodo di stage in azienda. Anche quest’anno uno degli obiettivi aziendali è la ricerca di nuove risorse valide e soprattutto al femminile. Le figure professionali ricercate più frequentemente sono legate alle facoltà di ingegneria, preferibilmente con indirizzo meccanico, elettronico o gestionale. Nonostante la percentuale di ragazze iscritte a queste facoltà stia sensibilmente crescendo, le donne sono ancora in minoranza rispetto ai colleghi uomini.