borse collaborazione

Le borse di collaborazione istituite dalle università rappresentano un altro modo interessante e coinvolgente di finanziare parzialmente i propri studi. Ma cosa sono le borse di collaborazione e come ottenerle?

Le borse di collaborazione sono borse di studio particolari, in quanto prevedono un compenso a fronte di una serie di attività diverse, svolte presso il proprio ateneo. In particolare, gli studenti dei corsi di laurea di primo livello, laurea magistrale e laurea a ciclo unico hanno la possibilità di ottenere le borse di collaborazione e di prestare attività per un monte ore variabile fino a un massimo di 150.

Le borse di collaborazione prevedono, oltre ai requisiti legati al merito (in genere legati al superamento di un determinato numero di esami dall’anno di iscrizione), e al reddito, anche la conoscenza di particolari capacità tecniche che possono tuttavia variare sensibilmente da ateneo ad ateneo.

Prevedono l’assegnazione di diverse mansioni che vanno dall’assistenza e custodia di biblioteche e/o strutture informatiche, ai servizi informativi e di orientamento studenti, alla assistenza a disabili ed altre varie ed eventuali. Durante il corso dell’anno lo studente potrà, tramite le borse di collaborazione, essere impiegato in attività afferenti a dipartimenti diversi per raggiungere il monte ore totale di 150 ore, sperimentando quindi realtà lavorative e ambienti diversi.

In ogni caso, le attività previste dalle borse di collaborazione verranno svolte entro le strutture appartenenti o normalmente utilizzate dall’ateneo.

Normalmente, la procedura per l’assegnazione delle borse prevede l’apertura, circa 60 giorni prima dell’inizio dell’anno accademico, delle iscrizioni alla lista degli studenti disponibili.
Tale iscrizione alle borse di collaborazione avrà validità fino alla fine dell’anno accademico in corso e fino al raggiungimento del numero massimo di collaborazioni previste dall’ateneo di riferimento.

I singoli atenei e dipartimenti possono inoltre prevedere dei colloqui finali per l’assegnazione delle borse.
Le differenti modalità vengono di norma rese disponibili sui siti dei vari atenei alla voce borse di studio, 150 ore, borse di collaborazione o collaborazioni studentesche.

Le retribuzioni previste variano da ateneo ad ateneo e sono calcolate per singole ore di lavoro.

Insomma un’altra interessante opportunità per studiare, fare piccole ma significative esperienze di lavoro che potranno arricchire il proprio curriculum vitae e conoscere nuove persone! Ma non dimenticare che potresti ottenere anche una delle borse di studio regionali o delle borse di studio inpdap