affitti bologna anziani

affitti bologna anziani

Inizia il nuovo anno accademico e per le matricole fuori sede è ricominiciato, già da qualche settimana, il tam-tam per la ricerca di un alloggio. Proprio per agevolare questo passaggio da un punto di vista economico agli studenti bolognesi, il Codacons (associazione a difesa dei consumatori) e Confabitare (associazione che tutela i proprietari immobiliari) si sono uniti per offrire una soluzione insolita e innovativa, essere ospitati a costo zero a casa di anziani o persone bisognose, in cambio di alcuni piccoli servizi di base.

Fare la spesa, acquistare medicine, prestare un aiuto in casa o faccende quotidiane diventerà così la ricompensa per gli anziani che decidono di “adottare” uno studente nella città di Bologna, ovvero ospitarli nella propria casa per permettere allo studente di usufruire di un alloggio senza nessun costo di affitto.

Questa iniziativa, che in altre forme era già stata tentata lo scorso anno, secondo gli amministratori e i promotori degli enti coinvolti nella tutela dei consumatori, verrà promossa sia per agevolare gli studenti che spesso si trovano a dover sostenere costi notevoli per permettersi di studiare nella città di destinazione, ma anche e soprattutto per combattere il mercato nero degli affitti.

Gli studenti che potranno aderire, avranno a disposizione una stanza singola, arredata, e questo sarà un vantaggio anche per gli anziani, spiega il Codacons, per “contrastare le truffe che, sempre piu’ spesso, hanno come vittime proprio gli anziani che vivono soli. La presenza di una persona giovane, infatti, molto spesso aiuta a scongiurare questi spiacevoli episodi”.