professore Universita di Urbino scrive biglietto amore a studentessa

“Oggi volevo dirti alcune cose, ma non mi sembra possibile, come vedi non siamo soli. Per il momento desidero dirti solo che ti amo moltissimo”, scrive lui. Lei legge il biglietto, arrossisce. Lo fa leggere al fidanzato, che per gelosia si mette a coprire di insulti via e-mail il ‘terzo incomodo’. Fin qui una qualunque vicenda d’amore, se non fosse che lo spasimante è un professore dell’Università di Urbino e la destinataria una sua studentessa. Il fatto accaduto alla Carlo Bo ha quindi suscitato molto scalpore e persino un po’ di scandalo, attirando l’attenzione dei media.

Scandalo forse esagerato, visto che nei corridoi dell’Università di Urbino si dice che da parte del professore non ci siano stati mai nessuna avance, nessun approccio sessuale e nemmeno ricatti o proposte indecenti all’indirizzo della studentessa. Insomma, l’innocente biglietto testimonierebbe un semplice innamoramento. Tuttavia in ateneo l’hanno presa piuttosto male: la rappresentanza degli studenti in Senato accademico ha parlato di un confine che non va mai oltrepassato, quello tra docente e allievo, e di violazione dell’articolo 5 del Codice etico d’ateneo, motivo per cui il professore è stato sanzionato con un pubblico richiamo, decretato all’unanimità dal Senato accademico.

Come mai tutto questo polverone? Perché il biglietto del professore è stato fotocopiato e divulgato dal fidanzato della studentessa, facendo velocemente il giro dell’università e dai corridoi dell’ateneo la notizia è finita sui giornali locali prima, nazionali poi. Generando un clamore esagerato, dice il rettore dell’Università di Urbino, Stefano Pivato. In effetti, per quanto poco opportuno – date le circostanze – il gesto del professore, siamo ben lontani da episodi più pruriginosi e meno limpidi di cui si sente di tanto in tanto vociferare in molti atenei.

Di tutta la vicenda, allora, ciò che più indigna è forse la voglia smodata di gossip di alcuni giornali e siti web, pronti a trasformare in notizia piccante anche un episodio che non sembra avere per niente i contorni dell’indecenza. Intanto il docente al centro dello ‘scandalo’ ha querelato il fidanzato della studentessa destinataria del biglietto d’amore per gli insulti ricevuti.