concorsopoli bari

Dopo la recente condanna dei due docenti dell’Università di Siena, anche la procura di Bari ha aperto un’inchiesta per truffa o corruzione contro alcuni docenti e candidati ad un concorso svolto nel dicembre 2008 per la selezione di quattro dottorandi di ricerca presso la facoltà di Odontoiatria dell’ateneo locale.

A far scattare le indagini, l’invio in Procura di un documento firmato ed estremamente dettagliato che, ancor prima delle prove di concorso, segnalava i nomi dei quattro vincitori.

Le persone indagate sono in tutto undici, tra studenti e professori, e nei loro confronti sono già state eseguite perquisizioni e sequestri. Gli atti, i documenti della commissione esaminatrice, nonché i personal computer degli indagati sono stati prelevati dalla Guardia di Finanza.

La procura di Bari si è già occupata di una vicenda simile nel giugno del 2007, a proposito delle procedure di un concorso per un posto di docente ordinario in medicina interna alla Università di Bari.

Le indagini si erano poi estese in tutta Italia, coinvolgendo ben quindici docenti universitari di diversi atenei “storici”, che sono stati indagati per falso e abuso d’ufficio.