classifica censis 2013 degli atenei grandi

Con un punteggio medio pari a 94,1, in cima alla classifica Censis-Repubblica 2013 degli atenei grandi – cioè quelli con un numero di studenti compreso tra 20mila e 40mila – c’è l’Università di Pavia. L’ateneo lombardo si conferma al primo posto nella graduatoria degli atenei pubblici della sua categoria, nonostante la media ottenuta sia calata di 1,8 punti rispetto al 2012. Pavia ha avuto la meglio sulle altre università soprattutto grazie ai punteggi ottenuti per i contenuti web (106) e le strutture (96), mentre l’indicatore per il quale ha riportato la peggior valutazione è stato quello dei servizi (85).

Anche gli altri due gradini del podio della classifica Censis 2013 degli atenei grandi si mantengono invariati rispetto all’anno scorso: al secondo posto c’è l’Università della Calabria, che totalizza un punteggio medio di 93,3, e al terzo quella di Parma, che ha una media di 88,5. Il quarto posto è nuovamente occupato dall’Università di Cagliari (87,3). Dalla quinta alla dodicesima posizione della classifica Censis 2013 degli atenei grandi si trovano, nell’ordine, le università di Genova (86,8), Perugia (86,2), Verona 886), Roma Tor Vergata (82,7), Milano-Bicocca (81,2), Salerno (79), Roma Tre (78,5) e Messina (76,6). Queste ultime due università quest’anno sono risalite rispetto al 2012, quando si collocarono nel terzetto finale.

Le ultime posizioni della classifica Censis 2013 degli atenei grandi vanno all’Università di Chieti-Pescara (75,1), a quella de L’Aquila (73,3) e alla Seconda Università di Napoli (70,2), che si conferma in coda alla graduatoria. L’ateneo partenopeo è penalizzato soprattutto dall’aver ottenuto la valutazione minima – cioè 66 – in due indicatori su cinque (servizi e borse di studio) e punteggi non oltre il 76 negli altri.

Rispetto ai singoli aspetti finiti sotto la lente d’ingrandimento del Censis, il punteggio più elevato per quanto riguarda i servizi è stato quello dell’Università della Calabria (110), che ha sbaragliato la concorrenza anche dal punto di vista delle borse di studio (109). Pavia domina, invece, in termini di contenuti web e strutture, mentre Genova si guadagna lo scettro di regina per quanto concerne l’internazionalizzazione (97).