Pannelli solari

L’Università di Siena presenta insieme al Comune di Arezzo l’innovativo progetto verde denominato “Off Grid”, ovvero una casa “senza rete” o meglio staccata da qualsiasi rete di servizio come acqua, metano, energia.

L’edificio è totalmente autosufficiente per quanto riguarda i servizi base per il fabbisogno di luce, gas ed acqua. In pratica questi ultimi sono tutti prodotti attraverso risorse naturali come vento, pioggia e sole. Come? E’ presto detto.

Alla base c’è l’utilizzo delle fonti rinnovabili del territorio come fotovoltaico, eolico, idroelettrico, geotermico. Il calore per esempio si ottiene con pannelli solari, oppure per quanto attiene la risorsa idrica, le piogge vengono accumulate in una cisterna che si mantiene ad una temperatura di circa 15 gradi tutto l’anno.

L’acqua può essere potabilizzata mentre le acque sporche vengono depurate in una vasca di fitodepurazione in modo da ottenere un’acqua inodore ed incolore, non potabile ma utilizzabile come acqua per il wc o per l’irrigazione del giardino.

Nella casa eco-sostenibile non mancherà neanche la connessione ad Internet che può essere realizzata mediante ponte radio point-to-point con un provider sia per la voce che per la banda larga.

Questo progetto che sarà legato ad un prossimo Master, punta a rilanciare tutto il Polo universitario aretino proprio nello sviluppo della ricerca. Inoltre è di sostegno all’economia locale e rende Arezzo centro di ricerca a livello nazionale, per le energie rinnovabili e per il risparmio energetico.