iTunes U

Apple ha annunciato una nuova versione di iTunes U, applicazione gratuita destinata agli studenti e alle istituzioni accademiche disponibile oggi in 123 Paesi, con oltre mille università “connesse” e 700 milioni di download destinati ad aumentare velocemente. Il canale dell’iTunes store dedicato all’e-learning e al podcasting dei contenuti universitari coinvolge anche molte università italiane e ora promette un’evoluzione che lo renderà ancora più appetibile.

Durante un evento organizzato al Guggenheim di New York la casa di Cupertino ha annunciato anche il lancio di iBook 2 e di una applicazione per iPad che serve a creare libri di testo digitali con contenuti multimediali. Per quanto riguarda iTunes U, la novità è che l’applicazione non si limita a fornire videolezioni di docenti degli atenei più prestigiosi ma diventa una sorta di bacheca digitale dove si possono postare appunti, test e avvisi e altre informazioni utili sia per gli studenti sia per gli insegnanti.

L’utente può in questo modo accedere ai materiali multimediali – video, lezioni, libri, applicazioni e documenti – e utilizzarli in maniera intuitiva. Gli insegnanti hanno anche la possibilità di usare l’applicazione come strumento di comunicazione con gli studenti, con la possibilità di inviare messaggi, ad esempio per comunicare lo svolgimento di una prova. Uno spazio “controllato” e “formale” questo che mette a tacere le polemiche relative all’opportunità delle “amicizie” tra docenti e studenti sui social network.

Grazie all’applicazione aggiornata da Apple gli studenti ricevono una notifica dei messaggi ricevuti dai docenti, possono condividere materiali e integrare iTunes U con le app dei nuovi iBook 2. Per loro c’è anche la possibilità di iscriversi agli esami, vedere gli orari di ricevimento ed esprimere un giudizio sui docenti e sugli insegnamenti.

Ora bisogna vedere fino a che punto vorranno spingersi gli atenei nel sostituire ai loro sistemi il servizio gratuito messo a disposizione da Apple. Per ora hanno aderito le statunitensi Duke University, Yale, Harrisburg Area Community College, Mit e Open University.