Unione universitari L'Aquila

Un grido d’aiuto ancora persiste dall’Università de L’Aquila. L’ Unione degli Universitari ha infatti lanciato un appello alla Regione Abruzzo, già firmato da oltre 1500 studenti, per dichiarare a gran voce che per risollevare il territorio de L’Aquila bisogna per forza partire dall’Università, è su questa che bisogna intervenire principalmente.

Anche se, come ha dichiarato il Ministro Gelmini, il Governo è pronto ad intervenire sulle residenze universitarie, bisogna comunque intervenire profondamente e in modo massiccio per risollevare l’Università aquilana.

Per farlo gli studenti chiedono un finanziamento straordinario di almeno 4 milioni di euro da destinare soprattutto alle borse di studio e ai servizi agli studenti. L’Unione degli Universitari chiede infatti, per tutti coloro che sono idonei, che venga garantito l’intero ammontare della borsa di studio per il corrente anno accademico e la conferma dell’idoneità per il prossimo, eliminando i criteri di merito.

E ancora tra le richieste dell’appello si chiede che venga garantita la gestione pubblica di migliaia di posti letto presenti all’interno della Guardia di Finanza, della Reiss Romoli, di Casale Marinangeli e della Casa dello Studente che verrà costruita dalla Regione Lombardia.

Per chi è residente nel territorio abruzzese, l’Unione degli Universitari chiede la gratuità dei mezzi pubblici compreso il treno, e un potenziamento della rete ferroviaria che interessa L’Aquila.

Per chi lo desidera è possibile firmare l’appello sul sito dell’Unione degli Universitari dell’Aquila.