immatricolazioni 2009/2010

diplomati 2009 almalaurea

L’università è ancora una delle mete preferite dai giovani studenti che si diplomano nelle scuole italiane. A dirlo è l’indagine sui diplomati nel 2009 di Almalaurea, il consorzio interuniversitario che raccoglie nella sua banca dati on line i curricula del 70 per cento dei laureati italiani.

L’indagine di Almalaurea ha preso in esame i profili di quasi trentamila diplomati italiani, 27.251 per la precisione. Tra questi, a preferire l’università al lavoro dopo il diploma sono stati 65 su 100. Un dato  che rimane costante rispetto all’indagine sui diplomati dello scorso anno.

“Alla vigilia della conclusione degli studi secondari superiori – spiega l’indagine di Almalaurea sui diplomati 2009 65 diplomati su 100 intendono iscriversi all’università, 7 sono interessati ad attività di qualificazione al di fuori dell’università e 25 non intendono proseguire gli studi”.

In particolare, è netta la distinzione tra le prospettive dei diplomati nei licei e quelli diplomati negli istituti tecnici o professionali.

Quasi tutti i diplomati liceali, infatti, scelgono di proseguire gli studi iscrivendosi all’università: si tratta del 93 per cento dei diplomati 2009 nei licei italiani. In altre parole, fa notare l’indagine Almalaurea, scegliere a 14 anni di iscriversi al liceo, significa con molta probabilità decidere di approdare all’università nel futuro più remoto.

Per quanto riguarda le altre tipologie di diplomi, se negli istituti tecnici l’università resta la meta preferita dalla maggioranza dei diplomati – sono il 52 per cento di questi a iscriversi ad un corso di laurea – per gli istituti professionali la storia è diversa. Qui i diplomati che decidono di proseguire gli studi costituiscono solo il 31 per cento.

Insomma, mentre per i liceali l’università è una meta quasi certa, tra i diplomati degli istituti tecnici e professionali resta ancora un nodo critico. In particolare, spiega l’indagine Almalaurea realizzata in collaborazione con l’associazione Almadiploma, per i diplomati tecnici e professionali la scelta di iscriversi a un corso di laurea dipende da più fattori: il genere è uno di questi.

Si pensi solo che per quanto riguarda i diplomati professionali le ragazze che intendono iscriversi a un corso di laurea  sono quasi il doppio rispetto ai ragazzi: ben il 41 per cento contro il 21 per cento.  Ma si dovrebbe poi tener conto anche della famiglia di provenienza, della condotta scolastica e della propensione allo studio, del voto di diploma e delle individuali strategie di vita.