Bangladesh adattamento ai cambiamenti climatici come disciplina universitaria

Quello dei cambiamenti climatici è un tema che acquista sempre più peso a livello mondiale. E ora potrebbe diventare anche una disciplina universitaria. Ad augurarselo è Saleemul Huq, specialista internazionale di adattamento climatico, senior fellow presso l’Istituto Internazionale per l’Ambiente e lo Sviluppo a Londra e membro del gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite di esperti sui mutamenti del clima.

Huq è ansioso di promuovere l’adattamento climatico come una disciplina universitaria a sé stante e vuole inserire una laurea in Cambiamento climatico e sviluppo all’interno del programma del Centro Internazionale per i Cambiamenti Climatici e lo Sviluppo (ICCCAD) che ha fondato presso l’Università Autonoma del Bangladesh.

Partner attivi del progetto, per il momento, sono ben 11 organizzazioni internazionali tra cui anche Oxfam e ActionAid. Le ONG, responsabili di 20 siti sul campo in differenti zone ecologiche, dovrebbero aiutare trasferendo le conoscenze e le esperienze fatte in Bangladesh agli altri Paesi nei quali operano.

ActionAid Bangladesh, ad esempio, supporta attualmente un gruppo di organi eletti localmente che sta lavorando per creare piani mirati di adattamento ai cambiamenti climatici e pianificare un budget. La ONG ha chiesto recentemente all’ICCCAD di produrre una relazione che è stata poi presentata al governo bengalese per sviluppare una proposta di finanziamento.

I partner di ricerca del progetto sono di tre tipi: personale di programmi in materia ambientale di università regionali selezionate del Bangladesh, organizzazioni nazionali con competenze specialistiche come il Bangladesh Agricultural Research Institute e partner d’oltremare nel Regno Unito, in Germania, Australia e Stati Uniti. Questi ultimi forniscono consulenza su temi di ricerca particolari, comprese le indicazioni sulla progettazione della ricerca e la pubblicazione di articoli sulle riviste specializzate.

“Forse è ancora presto per parlare di una Scienza dell’adattamento climatico – ha recentemente dichiarato Saleemul Huq – ma quel che è certo è che una scienza si sta formando e fra 5/10 anni da oggi ci sarà un corpo di conoscenze specifiche sull’adattamento climatico”. Per chi fosse interessato ad una specializzazione nella nuova disciplina universitaria, dunque, c’è solo da aspettare ancora un po’.