tor vergata studenti estate

tor vergata studenti estate

Il monito della direttrice del corso di laurea in scienze infermieristiche dell’Università di Tor Vergata ai suoi studenti, già è diventato un caso da socialnetwork. La richiesta della docente è quella di adottare un abbigliamento estivo più  adatto al contesto universitario perché, accusa “Non si possono vedere ragazze così provocanti o ragazzi con i pantaloncini“.


Tutto è iniziato quando la direttrice didattica Anna Mariano ha tenuto la scorsa settimana una lezione focalizzata appositamente su quale sia l’abbigliamento decoroso da tenere all’università. Gli studenti, scontato dirlo, hanno adottato dall’ondata di caldo il “classico” look estivo di pantaloni più corti, o canottiere e T-shirt, causa anche l’assenza di climatizzazione all’interno delle aule.

La sede della facoltà di scienze infermieristiche si trova nella zona di Roma chiamata Laurentino, in cui gli studenti per tutti e 3 gli anni del corso prendono regolarmente parte alle lezioni, salvo ovviamente il periodo di tironcinio che viene svolto negli ospedali e richiede una divisa formale fornita dalla stessa università.

E se ne nessuno osa discutere la divisa per il tirocinio, tuttavia gli studenti sono prontamente insorti creando gruppi da socialnetwork per far sentire il loro dissenso su un “dress code”, soprattutto in considerazione delle elevate temperature di questi giorni e l’assenza di condizionatori in Ateneo.

“Piuttosto che vietare i pantaloncini corti all’università, io penserei a far installare l’aria condizionata”, è intervenuto Carlo Pileri, presidente dell’Adoc al quotidiano Repubblica, che sottolinea come  tale strumento non è affatto da considerarsi un lusso, ma piuttosto un utile strumento per rendere vivibili i locali dove si studia.